Approfondimento

La leadership adattiva,
è una pratica, un servizio.

Leadership adattiva

Cosa differenzia la Leadership adattiva dagli altri modelli insegnati?

1

Stile di Gestione

Il modello della leadership adattiva parte dal presupposto che la leadership non è una qualità innata né un tratto della personalità, bensì uno stile di gestione che si può acquisire, e quindi insegnare.
2

Leadership vs. autorità

Il modello distingue tra leadership e autorità, due concetti spesso confusi, anche in molti corsi sul tema. La leadership adattiva può infatti essere esercitata senza possedere autorità, anzi spesso trae benefici dalla mancanza di un riconoscimento formale.
3

Risolvere problemi e sfide adattive

Lo scopo di questo modello è aiutare chi vuole esercitare la leadership a distinguere tra i problemi tecnici (quelli per cui le soluzioni sono facilmente individuabili e scientificamente applicabili) e le sfide adattive ( la cui risoluzione richiede il coinvolgimento dei vari attori che compongono un sistema).
4

Diagnosi e di intervento

L’esercizio della leadership adattiva è un continuo bilanciamento di diagnosi e di intervento, che richiede il coinvolgimento delle parti interessate dal problema che si sta cercando di risolvere; non può infatti limitarsi all’applicazione top-down di conoscenze tecniche o di decisioni prese da chi occupa posizioni di autorità.
5

Mettere in discussione

La pratica della leadership adattiva può presentare difficoltà e rischi in quanto mette in discussione lo status quo.
Background

Il modello della leadership adattiva, sviluppato più di trent’anni fa da Ronald Heifetz e Marty Linsky:

Erano professori presso la prestigiosa Scuola J.F. Kennedy di Scienze Politiche dell’Università di Harvard, nei decenni è stato sperimentato da capi di stato, CEO, manager e professionisti per risolvere le crisi che derivano da cambiamenti di vario genere: tecnologico, politico, sociale o economico.

Nel descrivere l’esercizio della leadership, Heifetz e Linsky presero spunto dalla teoria darwiniana dell’evoluzione biologica, in cui l’adattamento alle mutate condizioni dell’ambiente è un mix di conservazione e di rinnovamento. Allo stesso modo, esercitare la leadership significa portare un gruppo a prendere coscienza delle perdite imposte dal cambiamento.

Stefano Zordan

Fondatore e presidente di Sistema Italia

Classe 1992, di Ivrea (TO), laureato ad Harvard, dove viene in contatto con la leadership adattiva. Prima da studente e in seguito da assistente al corso, si appassiona a questo framework e decide di divenire membro dell’Adaptive Leadership Network, che riunisce a livello internazionale i professionisti del settore.

Nell’estate del 2016 viene chiamato a insegnare leadership adattiva nel sud della Cina, esperienza che gli fa verificare quanto flessibile e trans-culturale sia il modello.

Nel 2018 traduce e cura per la casa editrice Franco Angeli la versione italiana del volume “La Pratica della Leadership Adattiva” dei professori Heifetz, Linsky e Grashow. E’ in pubblicazione la seconda edizione con una nuova prefazione di Marty Linsky.

Contando sul supporto di un team entusiasta e dedicato di manager e professionisti italiani, decide di costituire Sistema Italia al fine di diffondere la leadership adattiva nel nostro Paese e creare valore diffuso sul territorio tramite iniziative stabili di formazione di alto livello.

Per approfondire

La pratica della

Leadership Adattiva™

Strumenti e tattiche per trasformare
le organizzazioni e le comunità

di Alexander Grashow, Marty Linsky, Ronald A. Heifetz.
Tradotto e curato da Stefano Zordan

Acquista su Amazon